Far rivivere le piazze? Occorre un passo indietro…

filippo-gallinellaPubblichiamo di seguito il contributo dell’onorevole Filippo Gallinella (Movimento Cinque Stelle) al dibattito sulle piazze lanciato dal nostro blog. Ringraziamo il parlamentare per il suo apporto a questo confronto che ha già visto protagonisti, in queste pagine, altri sei parlamentari appartenenti a diverse formazioni politiche.

Un tempo la piazza era luogo di incontri, dibattiti politici e commercio. Oggi queste attività sotto la spinta della globalizzazione e dello sviluppo dei media si sono trasferite nei grandi centri commerciali e nel mondo dell’immateriale. Un fenomeno che da un lato vede resistere città importanti dal punto di vista turistico e che dall’altro vede soccombere i piccoli centri.

Oggi, molte persone per svariati motivi, in particolare di natura economica, professionale e logistica dei servizi, si sono trasferite nelle periferie. Nelle periferie attuali le piazze spesso coincidono con delle rotatorie.

Oggi, i piccoli centri registrano la chiusura di numerosi negozi perché i grandi centri commerciali, ormai aperti anche la domenica ed a volte 24 ore al giorno, offrono lo stesso a metà prezzo e le persone preferiscono andare a passeggiare al chiuso piuttosto che sotto il sole.

Oggi, ci si incontra e ci si conosce su internet. La rete web evita gli imbarazzi e allo stesso tempo crea insicurezze che impediscono di accettare anche i no della vita reale ‘della strada’ o ‘della piazza’.

Così, è accaduto, che tante piazze si siano svuotate senza che molte Amministrazioni siano state in grado di contrastare con efficacia questo fenomeno. Oggi, le piazze ospitano una o magari due volte all’anno soltanto feste ed eventi.

Per far rivivere le nostre piazze è necessario fare un passo indietro. Una soluzione potrebbe venire dai Comuni che dovrebbero ridisegnare gli spazi e regalarli a coloro che vogliono investire nell’interesse collettivo e i cittadini dovrebbero ricordarsi che tali luoghi sono i nostri e come tali li dovremmo curare e amare.

On. Filippo Gallinella (Movimento Cinque Stelle)

LA SCHEDA BIOGRAFICA – L’onorevole Filippo Gallinella è nato Firenze nel 1979 ed è cresciuto a San Casciano dei Bagni (frazione Palazzone), in provincia di Siena. E’ laureato in Ingegneria meccanica presso l’Università di Perugia. Nel 2013 è stato eletto deputato nella circoscrizione XIII Umbria per il Movimento Cinque Stelle.

Particolarmente attivo nell’attività parlamentare, membro della Commissione Agricoltura e Contraffazione alla Camera, è portavoce di proposte di legge come primo firmatario nel campo dell’etichettatura e della contraffazione, nonché di numerose iniziative legislative.

Precedente Termoli, il rilancio urbanistico passa per le piazze Successivo Turismo, rilanciare il ruolo delle piazze